“Radiant Madonna”: Raffaello e Keith Haring secondo Owen Dippie

Un mash up che percorre cinque secoli di arte, dal Rinascimento italiano al graffitismo newyorkese più puro. Creatore di questa onirica associazione è Owen Dippie, artista nato negli anni ’80 in Nuova Zelanda. La Madonna del Granduca (olio su tavola, datata 1504 circa) porta la prestigiosa firma di Raffaello. In questa rivisitazione, però, non poggia sul suo petto il Bambin Gesù, ma un “radiant child”, emblema dello stile universalmente apprezzato dell’artista Keith Haring. Dippie omaggia così due epoche artistiche differenti, incoronando la seconda: sulla sua pagina Facebook, infatti, dice:

«If art is a religion, then Keith Haring is a god»

Un’ammirazione che parte da lontano ed è lo stesso artista a spiegarlo sul suo sito: «Quando avevo 13 anni il mio maestro mi ha fatto conoscere l’arte di Keith Haring. Il suo lavoro ha avuto un profondo impatto su di me, ero giovane un piantagrane, ma dopo ho deciso che avrei dedicato tutta la mia vita all’arte…Grazie Keith Haring, possa il tuo lavoro continuare a vivere e ispirare molte generazioni a venire». Dove sarà possibile venerare l’opera andando lì in pellegrinaggio? Ovviamente a Brooklyn (sulla facciata della galleria The Bushwick Collective).

Artista: Owen Dippie

sito web: www.owendippie.com

pagina Fb: qui

Titolo: Radiant Madonna

Luogo: Brooklyn (New York, Stati Uniti d’America)

Progetto: The Bushwick Collective

Le foto sono di Jaime Rojo e sono prese dal sito brooklynstreetart.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...