Tesori d’arte rubati e accatastati in soffitta

MONACO DI BAVIERA – «Impara l’arte e mettila da parte». Un proverbio di costume popolare che in Germania è stato preso erroneamente alla lettera. Opere di maestri della pittura del ‘900 come Henri Matisse, Marc Chagall, Pablo Picasso e Paul Klee sono stati ritrovati in un appartamento a Monaco di Baviera dopo anni di silenzio.
 
Tra un barattolo di pesche sciroppate andato a male e altre conserve avvolte da ragnatele e polvere, Cornelius Gurlitt, 80enne, aveva nascosto 1500 quadri, molti dei quali banditi, durante il Terzo Reich, da Hitler e confiscati ad alcuni collezionisti ebrei perché ritenuti appartenenti ad un’arte degenerata. Per più di mezzo secolo Cornelius ha vissuto nell’ombra. Un uomo mai esistito: non era iscritto all’anagrafe, non percepiva pensione ed è probabile che abbia vissuto di rendita vendendo di tanto in tanto qualcuno degli immensi tesori d’arte che nascondeva con sciatteria.
 
Eppure a Schwabing, storico quartiere di Monaco affollato di intellettuali e studiosi, la famiglia Gurlitt era famosa. Cornelius, infatti, era figlio di Hildebrand Gurlitt, esperto di arte, che durante la dittatura nazista aveva recuperato opere d’arte a basso prezzo da ebrei in fuga che così barattavano la loro libertà e che lo stesso Hildebrand aveva fatto credere distrutte durante il bombardamento di Dresda nel 1945.
 
Tra i tesori di Cornelius di particolare rilievo è il ritrovamento di un quadro di Chagall e un quadro di Matisse che la procura di Augusta ritiene siano stati fino ad oggi sconosciuti agli esperti. Il tesoro, stimato sul miliardo di euro, è stato scoperto per puro caso dalla polizia tedesca. Nel 2010, infatti, Cornelius di ritorno a Monaco dopo un viaggio in treno da Zurigo, è stato fermato per un controllo, con in tasca banconote da 500 e privo di documenti. Le indagini degli inquirenti hanno permesso di risalire a disegni, statue e quadri perduti, ma il sensazionale ritrovamento è stato tenuto nascosto per garantire alla polizia la possibilità di rintracciare eredi e proprietari delle opere senza il caos mediatico.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...