Bambini in croce. «Gli intoccabili» di Erik Ravelo

Vittime dell’obesità infantile, del commercio illegale di organi, del turismo sessuale, dei preti pedofili, dell’energia nucleare, della guerra e della guerriglia urbana. Diversi e agli antipodi, ma carnefici nella stessa seriale crocifissione. E’ il pensiero alla base di «Los Intocables», l’ultimo progetto dell’artista di L’Avana Erik Ravelo
Sette iconografie per sette bambini messi in croci che manifestano le aberrazioni della società attuale che violano l’innocenza e la purezza infantile.  Sulla pagina del progetto, infatti, si legge «the right to childhood should be protected».
 
Erik Ravelo, però, è stato artefice e creatore di un’altra propaganda che al suo tempo fece altrettanto clamore e scandalo. Nel 2011, infatti, la Benetton ha lanciato una campagna dal titolo «Unhate». Attraverso modifiche digitali, le maggiori potenze mondiali erano raffigurate in un morboso bacio sulle labbra. Da Angela Merkel e Micolas Sarkozy, a Papa Benedetto XVI e l’Immam del Cairo, passando per Mahmoud Abbas, Presidente palestinese e Benjamin Netanyahu, Primo ministro israeliano. I loro volti hanno tappezzato i cartelli di numerose città.
 
Foto tratte dal sito di Erik Ravalo: erikravelo.info
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...