Bari, danni alla colonna infame e viene recintata

BARI – Una recinzione arancione da qualche giorno circonda la «Colonna infame» nel borgo vecchio di Bari. Una decisione obbligata per cercare di proteggere il monumento preso sempre più di mira da atti vandalici di teppisti che hanno causato crepe e danni dietro il leone di pietra. Inevitabile, allora, la decisione del Comune di Bari per salvaguardare il simbolo di piazza del Mercantile.
E i tempi per il restauro non dovrebbero essere lunghi: dopo il sopralluogo della Soprintendenza dei beni culturali si deciderà come intervenire. Ma la decisione, è il caso di dire, ha spaccato in due i residenti della zona. Alcune testimonianze confermano la negativa tendenza di alcuni teppisti che spesso imbrattano il monumento o salgono sul leone come se fosse un rodeo. Ma per altri cittadini, l’idea di recintare il monumento cinquecentesco, è addirittura esagerata. La copertura arancione è brutta da vedere, hanno detto. Alcuni la vorrebbero sostituire con qualcosa di meno appariscente, altri , invece, la vedono come una esclusione dalla realtà circostante.
Al momento i commercianti parlano di un danno estetico più che economico, ma sono perplessi sui tempi di restauro. Coprire uno dei simboli di Bari Vecchia più fotografati dai turisti, seppur per giusta causa, potrebbe rovinare l’appeal del quaritere antico. Perplessità anche per chi vede nelle gradinate del monumento un punto di ritrovo per i ragazzini. Una coppia di signori, infatti, si interroga: «E i bambini dove andranno a giocare?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...