Ue: inumane le carceri italiane

STRASBURGO – «Quanto subìto dal detenuto eccede il livello inevitabile di sofferenza insito nella detenzione e costituisce un trattamento inumano e degradante». Il 29 gennaio, la Corte europea dei diritti dell’uomo ha punito l’Italia sullo stato di degrado delle carceri. I giudici di Strasburgo hanno accolto il ricorso di un detenuto del carcere di Foggia, obbligando lo Stato a risarcirlo con la somma di 10mila euro per danni morali. L’uomo, Bruno Cirillo, soffre di una parziale paralisi del braccio sinistro che avrebbe dovuto curare con fisioterapie quotidiane per non peggiorare il suo stato di salute. Ma le sue richieste e quelle dei medici specializzati non sono state ascoltate.

Dal 2008, infatti, Cirillo ha potuto usufruire di pochissimi trattamenti. Problemi sanitari, secondo l’Italia, causati dal sovraffollamento dei penitenziari. Che non giustifica, anzi affossa ulteriormente la nostra credibilità internazionale. Si tocca, infatti, una ferita già aperta. Ad inizio mese l’Italia era stata già condannata dalla Corte a pagare a sette detenuti (suddivisi nelle carceri di Busto Arsizio e Piacenza) un ammontare di 100mila euro per danni morali.

carcere

«Una mortificante conferma della incapacità del nostro Stato a garantire i diritti elementari dei reclusi in attesa di giudizio e in esecuzione di pena» aveva commentato Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica. Un provvedimento che trova conferma nel rapporto annuale stilato dalla stessa Corte europea dei diritti dell’uomo. Nel 2012 l’Italia ha riconfermato il terzo posto nella classifica nera con 14.188 ricorsi contro, dopo Russia (28,593) e Turchia (16,897). Sono aumentati anche gli stessi ricorsi rispetto ai 13.741 totalizzati nel 2011.

Puoi leggere l’articolo anche su Medi@terraneoNews

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...