In Germania il rigore costa 50mila euro (al tifoso). La Fluminense vince il campionato e rischia l’incidente aereo

DUSSELDORF- L’idea di immortalare un momento storico della squadra per la quale si fa il tifo, è un rito atavico che trova svariate sfaccettature. La più usuale, quando si vince un campionato o si conquista la promozione, è quella di portare a casa uno spicchio verde del terreno di gioco. Un cimelio, il personalissimo trofeo per il tifoso, solo che Andre P., tifoso del Fortuna Dusseldorf, è andato oltre, sradicando l’intera zolla del dischetto di rigore.

 
I FATTI- Lo scorso 15 maggio, il tifoso era entrato in campo, con altre centinaia, all’ultimo minuto dello spareggio-promozione con l’Hertha Berlino: molti erano convinti di aver sentito il fischio finale, da cui l’invasione per festeggiare il ritorno in Bundesliga dopo 15 anni. Ovviamente l’arbitro non aveva potuto far altro che sospendere momentaneamente la gara, con le squadre che si erano nascoste nello spogliatoio per 25 minuti. Calmata l’euforia, i due club erano rientrati sul terreno di gioco per concludere il match, ma oramai la frittata era stata fatta.

L’Hertha, infatti, aveva fatto reclamo per poter ripetere la partita, ma dopo un processo, il giudice sportivo aveva confermato la promozione del Fortuna, punendo il club con una gara a porte chiuse (diventate due con metà spettatori) e 100 mila euro di multa. Da qui la pretesa che Andre P. paghi la metà della multa stessa: “Fra danni materiali e d’immagine, ci abbiamo rimesso un milione”, ha detto la settimana scorsa il tesoriere Paul Jäger. “Non per questo, bensì per dare un esempio educativo, la società ha fatto causa al tifoso Andre P. chiedendo un risarcimento di 50 mila euro per il furto del dischetto del rigore”.
Come è evidente non si tratta semplicemente di un danno pecuniario: al Fortuna non è piaciuto l’atteggiamento di Andre P. che ha trasformato quell’atto in un sistema per fare soldi. È diventato ricercatissimo dai media, rilasciando interviste a pagamento e diventando una parodia per uno spot di una carta di credito. Una mancanza di rispetto secondo la società, non per il tifoso che ha detto ai giornalisti: “Tutti sognano di avere un simile souvenir in casa. Sradicherò con le mie mani un altro pezzo di prato quando vinceremo la coppa o il campionato: dovrò stare attento soltanto che la partita sia finita veramente”
 
fred
l’attaccante Fred portato in trionfo
RIO DE JANEIRO- Miglior attacco con 59 marcature e miglior difesa con 29 reti incassate, +10 rispetto alla seconda in classifica, il Gremio, e con Fred, ex Lione, capocannoniere con 19 goal. Questi i numeri di una cavalcata trionfante: domenica, il Fluminense si è portato a casa con tre giornate d’anticipo il quarto titolo nazionale della sua storia, dopo aver centrato a maggio il 31esimo campionato carioca. 
Una stagione dominata con tanti protagonisti: dal già citato Fred, al portiere Cavalieri (passato in Italia nel 2010 a Cesena), passando per Deco (che però nelle ultime partite ha giocato poco, causa infortunio) fino ad arrivare a Thiago Neves. 
Più che essere al settimo cielo dalla gioia, converrebbe rimanere con i piedi per terra…Decisiva è stata la vittoria in trasferta per 2-3 contro il Palmeiras, con la rete decisiva, siglata da Fred, arrivata ad una manciata di minuti dal termine. I tifosi hanno atteso fino a tarda notte l’arrivo della squadra per festeggiare insieme ai giocatori la vittoria, ma ci sono stati attimi di paura sull’aereo che riportava la squadra a Rio:  l’aereo ha avuto un problema al carrello e il comandante ha chiesto che tutti i passeggeri si mettessero nella posizione di sicurezza per l’impatto. Dopo tre tentativi di atterraggio andati a vuoto, l’aereo è riuscito a toccare terra, mentre in pista erano stati inviati veicoli d’emergenza ed ambulanze. Nessuna conseguenza, comunque, per i giocatori che sono stati accolti da un vero e proprio bagno di folla.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...